Tribunale Civile di Cagliari

Tribunale Civile di Cagliari

Articolo pubblicato il: 07 Aprile 2014 ore 11:24

LA SENTENZA

Tribunale Civile di Cagliari - sentenza n. 2692 del 18.09.2013 - RAC n. 1211/2007 (Giudice Unico Dr.ssa Maria Grazia Cabitza).

Insidia stradale - lesioni personali - caso fortuito - condotta del danneggiato - rilevanza - esclusione responsabilità oggettiva del Comune proprietario e custode della strada (artt. 2051 e 1227, I co. c.c.).

Sentenza del: 18 Settembre 2013

IL NOSTRO COMMENTO

Avv. Giuseppe Farris

Con la sentenza de qua, il Tribunale Civile di Cagliari ha avuto modo di occuparsi delle lesioni personali subite da un utente della strada che invocava la responsabilità oggettiva del Comune, ex art. 2051 c.c., siccome proprietario e custode della strada.

Il Giudice, dopo aver compiutamente ricostruito il consolidato orientamento giurisprudenziale formatosi, ha osservato che, nel caso concreto, non possa addebitarsi al Comune la responsabilità in ordine all'evento dannoso dedotto, dovendo - piuttosto - ritenersi l'asserita caduta dell'attrice riconducibile causalmente al comportamento colposo della stessa danneggiata.

In particolare, il Tribunale ha accertato che la buca, che ha fornito il pretesto della caduta, fosse perfettamente visibile, anche considerata l'ora diurna in cui il sinistro si è verificato e, pertanto, l'occorso fosse facilmente evitabile dalla stessa danneggaita con l'adozione della normale accortezza e con l'osservanza delle regole di ordinaria prudenza nella circolazione. Da ciò ne è derivato il rigetto della domanda, ponendo a carico della stessa attrice - in base al criterio della soccombenza - le spese processuali.

Avv. Giuseppe Farris, Soci fondatori